L’Assessore Martire, il Portavoce e il “mistero” delle Gabelli

– COMUNICATO STAMPA –

 <<Dal comunicato dell’Assessore Martire si capisce che il Comune ha riassunto il portavoce: fondamentale figura, pagata dai cittadini, delegata alla polemica>>. Inizia così la replica del Capogruppo di opposizione Jacopo Massaro all’Assessore Martire che, cercando di difendere lo sforamento del patto di stabilità, lo aveva attaccato.

 <<Nel replicarmi piccatamente, come fa d’altronde ogni volta che le ricordo dei soldi che ci ha fatto “perdere”>>, puntualizza Massaro, <<l’Assessore ha evitato accuratamente di ricordare le spese, da lei fortemente volute, per i nuovi dirigenti, per la superconsulenza svizzera da 100.000 euro l’anno (più villetta ed auto), per lo stesso portavoce, per griglie roventi e per tante altre voci, la cui utilita’ per i cittadini e’ a tutt’oggi un mistero ben celato>>.

 <<Per quanto riguarda invece le scuole Gabelli>>, conclude Massaro, <<ricordo che sto ancora aspettando da mesi la documentazione relativa ai due crolli, che improvvisamente pare misteriosamente sparita. Anziché impegnare il portavoce per diffondere polemiche approssimative, suggerirei di utilizzarlo per cercare quella documentazione: l’Assessore potrebbe ottenerne interessanti informazioni, che evidentemente ignora, relative ai costi del recupero della scuola>>.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *